Perché si tradisce invece di chiudere?

Perché una persona decide di farsi un amante? Perché si tradisce?

Sentiamo spesso parlare di relazioni che finiscono a causa di un tradimento. E ci viene spontaneo cadere nell’errore di giudicare chi tradisce. Ieri una donna mi ha raccontato di essere stata tradita più volte dal suo compagno e non riesce a farsene una ragione.

Premetto che tradire è sempre sbagliato, è il modo meno corretto e più crudele di risolvere un problema di coppia, ma oggi vorrei parlarne senza giudicare, cercando di capire cosa scatta in chi tradisce, insomma parliamo del perché si tradisce.

Spesso chi cerca un amante non lo fa per il puro gusto di avere un’alternativa, un diversivo o una distrazione, spesso ha un vuoto dentro sé che pensa di riempire con una persona nuova.

Dopo quasi dieci anni di lavoro nel mondo dei single, mi sono fatta la mia idea sui motivi che spingono le persone a tradire e ho individuato tre situazioni distinte:

  •  TRADIMENTO DELLA PERSONA INSODDISFATTA. In questo caso chi tradisce è una persona che non si sente apprezzata, che ha una vita di coppia piatta e senza stimoli, ha dei problemi con il partner che non riesce a risolvere e si sente frustrata, demotivata e spenta. Cosa la spinge a cercarsi un amante? Vuole una via di fuga ai problemi di coppia e conferme da un’altra persona più disponibile a condividere, a comprenderla e a farla sentire apprezzata. In sostanza, uno dei due inizia a non sentirsi felice e appagato e cerca un’altra persona che gli dia stimoli.
  • TRADIMENTO NELLA COPPIA “PERFETTA”. Immagino ti sia capitato di sentire storie di coppie perfette, dove c’era armonia, complicità, condivisione, benessere, nessun tipo di problema, eppure uno dei due inaspettatamente tradisce. Sembra impossibile, eppure uno dei due ha sentito il bisogno di trovare una sua nuova dimensione con un’altra persona. Si tratta di chi vuole uscire dalla monotonia di una relazione stabile e prevedibile e cerca altri stimoli, nuove sfide che non riesce a trovare nel vecchio partner. Della serie, la persona che ho va bene, mi rende felice, ma sento di poter trovare di meglio, credo che qualcun altro potrebbe darmi ancora di più. (Che poi, il più delle volte si rivela un errore madornale perché l’amante non sempre è la persona meravigliosa che appare all’inizio e il traditore potrebbe pentirsene molto presto).
  • TRADIMENTO DI CHI HA DIFFICOLTÀ’ ESTERNE. La terza situazione riguarda la persona che ha una vita di coppia tranquilla col partner, ma ha dei problemi al di fuori della relazione, ad esempio questioni di lavoro che non riesce a risolvere, difficoltà con gli amici o con la famiglia. Ecco, questa persona ha delle insoddisfazioni che tenta di colmare trovandosi un amante, cercando cioè in un’altra persona l’appagamento e la soddisfazione che mancano nella sua vita.

Ecco perché si tradisce.

Il tradimento non va giudicato come gesto in sé, ma è opportuno considerare i motivi che portano una persona a fare una scelta così sbagliata. In una relazione si è in due, ognuno deve impegnarsi affinché le cose vadano bene e ci sia la soddisfazione di tutti. Il tradimento non sempre è la fine dell’amore e della coppia. Se si riesce a perdonare pienamente, la coppia potrebbe uscirne rafforzata e con un nuovo slancio. E’ sempre tutto molto soggettivo.

Per approfondimenti leggi anche Perché le relazioni finiscono

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *